15 anni di YouTube: il mio percorso e la rotta verso il futuro

15 anni di YouTube: il mio percorso e la rotta verso il futuro

Ogni tre mesi sono solita aggiornare i creator sulle mie priorità e le novità più importanti degli ultimi mesi. Quest’anno YouTube compie 15 anni e voglio cogliere l’occasione per rivolgermi all’intera community di YouTube e illustrare la nostra visione per l’anno che si presenta davanti a noi. 


15 anni fa YouTube faceva un primo piccolo passo verso un grande futuro. Il 14 febbraio 2005, è stato registrato il dominio YouTube. I suoi fondatori volevano dare vita a una piattaforma su cui le persone di tutto il mondo potessero condividere i propri video. Poco dopo veniva caricato il primo video, “Me at the zoo” e prima della fine dell’anno il sito aveva già ricevuto milioni di visite al giorno.

In quel periodo, a pochi chilometri dalla sede centrale di Google, avevo cominciato a lavorare con dei colleghi per capire come le persone avrebbero usato i video online. Con nostra grande sorpresa, gli utenti di tutto il mondo realizzavano e caricavano video per condividere le proprie storie.

Ma la scoperta più inaspettata era stata vedere quante altre persone erano interessate a questi momenti di vita quotidiana: balli divertenti, ragazzi che facevano qualcosa di inaspettato e, ovviamente, una marea di video di gatti. Era un modo per divertirsi, ma mostrava anche la forte componente umana dell’entrare in contatto attraverso i video online. Mentre i media a cui eravamo abituati spesso mostravano una versione patinata della vita, questo nuovo mezzo aveva un approccio più diretto, aperto e autentico.

Quando YouTube ha iniziato a decollare, è diventato chiaro che la società avrebbe avuto bisogno di significativi investimenti per sostenere la sua crescita, quindi YouTube ha deciso di vendere a un'altra società. Io e Salar Kamangar ci siamo adoperati per unire le due società. Dopo l’acquisizione, il fondatore Chad Hurley è diventato CEO, seguito da Salar e poi da me. Sei anni fa ho avuto l’onore immenso di diventare il terzo CEO di YouTube.

Oggi YouTube ha più di due miliardi di utenti mensili in tutto il mondo e 500 ore di video caricati ogni minuto. Guardando al 2020 davanti a noi, il nostro impegno è fare di YouTube un luogo dove tutti possano esprimersi e conoscere il mondo. Ecco in che modo:
  • Facendo crescere l'ecosistema dei creator in modo che sia il posto migliore per loro. I creator sono il cuore di YouTube e sono diventati pionieri di nuovi contenuti con i vlog sulla loro vita, con il gaming, il fitness, la comicità, gli hobby, i make up tutorial e ogni tipo di fai-da-te che possiamo immaginare. Vuoi aggiustare un frigorifero o una macchina di 10 anni fa? YouTube ha probabilmente il video adatto per imparare a sostituire ogni pezzo, anche in diverse lingue! I creator sono culturalmente all'avanguardia, stanno diventando media di nuova generazione, danno impulso alle economie locali creando nuovi posti di lavoro. Rispetto all'anno scorso, il numero di creator che guadagnano cinque cifre all'anno è aumentato di oltre il 40%. E più di 170.000 canali YouTube in tutto il mondo hanno più di 100.000 iscritti, ovvero centinaia di migliaia di piccole imprese che crescono attraverso la piattaforma. YouTube è unica come piattaforma, poiché condividiamo la maggior parte delle entrate con i nostri creator. In futuro, il nostro obiettivo è continuare a far crescere le entrate e il pubblico dei creator di YouTube. Apprezziamo tutto ciò che i creator fanno per ispirare, educare e intrattenere il loro pubblico. Sappiamo che anche i loro fan li apprezzano, e oggi lanciamo la terza campagna annuale #LoveNotes. Cliccate qui per supportare i vostri creator preferiti. 
  • Collaborando con l'industria musicale per incrementarne le entrate, promuovere nuovi artisti e promuovere la musica. YouTube offre un duplice motore di ricavi attraverso la pubblicità e gli abbonamenti, grazie a cui ha riconosciuto più di 3 miliardi di dollari all'industria musicale l'anno scorso. Inoltre, collaboriamo con gli artisti per sostenere e amplificare il loro lavoro in ogni fase della carriera. Dua Lipa ha partecipato al primo programma Foundry di YouTube, la nostra iniziativa per lo sviluppo di artisti musicali indipendenti. Justin Bieber e Billie Eilish hanno raggiunto un pubblico mondiale incredibile proprio grazie al fatto di essere in contatto diretto con i fan su YouTube. A soli 18 anni, Billie è oggi una delle più grandi star a livello globale, con ben cinque Grammy. Fin dal suo esordio, YouTube è stata la casa di artisti che hanno trovato modi creativi di usare la piattaforma per poter aumentare la loro visibilità. Nel 2005, il video musicale A Million Ways è stato uno dei primi successi degli OK Go a diventare virale. I fan hanno pubblicato le loro versioni della coreografia ispirata alla boy band e gli OK Go hanno deciso di renderla ufficiale con una dance challenge su YouTube. Oggi è normale vedere artisti sconosciuti realizzare grandi imprese grazie ad un singolo successo virale. Lo scorso anno, Old Town Road di Lil Nas X è diventato un fenomeno su YouTube nonché il singolo più longevo in cima alla Billboard Hot 100. 
  • Collaborando con le aziende del settore media per ampliare il loro pubblico grazie a nuovi tempi di fruizione, nuove geografie e nuovi utenti. Contribuiamo ad aumentare la conoscenza di servizi in abbonamento, eventi sportivi, notizie, contenuti di lunga durata e film. E mettiamo in collegamento reti e partner media con pubblici sempre più difficili da raggiungere. Oggi YouTube TV ha più di 2 milioni di iscritti e il nostro servizio si è esteso in tutti gli Stati Uniti, offrendo accesso a più di 70 canali, tra cui reti via cavo, sport in diretta e programmazione on-demand.
  • Aiutando gli inserzionisti grandi e piccoli a trovare nuovi clienti. Gli inserzionisti riconoscono la portata e l'efficacia di YouTube nel creare notorietà, accrescere la reputazione e ottenere risultati. Nel 2020 continueremo a rendere sempre più semplici ed efficaci le nostre soluzioni, mantenendo la responsabilità in cima alle nostre priorità. Abbiamo trascorso gli ultimi tre anni alla ricerca del giusto equilibrio tra quello che gli inserzionisti considerano sicurezza del marchio e quello che i creator considerano demonetizzazione. Continuiamo a sviluppare strumenti che possano informare gli inserzionisti su dove vengono pubblicati i loro annunci. E stiamo cercando di offrire sempre più trasparenza e certezza ai creator, con maggiori indicazioni sulle linee guida relative ai contenuti idonei per gli inserzionisti e l’ampliamento del programma di autocertificazione dei creator.
  • Continuando a essere un luogo in cui divertirsi e imparare. YouTube è diventato la più grande raccolta di video al mondo, un luogo dove le persone vengono per divertirsi, guardare i propri creator preferiti, farsi aiutare con i compiti, imparare un hobby, guardare gli ultimi video musicali e trovare la propria community. Abbiamo visto come il video sia un mezzo efficace per l'apprendimento: gli utenti possono vedere come si fa qualcosa e ripetere la lezione tutte le volte che è necessario! Che si tratti di una lezione di matematica, di imparare a cucire o di  diventare un imprenditore, sappiamo che YouTube è uno strumento cruciale per imparare. Per amplificare questo impatto positivo stiamo investendo in contenuti di qualità per le famiglie, incluso il nostro fondo da $100 milioni dedicato alla creazione di contenuti originali pensati appositamente per i bambini su YouTube e YouTube Kids.
Con queste nuove opportunità sono arrivate nuove sfide legate alle responsabilità della piattaforma. Fin dai primi giorni ci siamo resi conto dell'importanza di stabilire delle regole e lo abbiamo fatto con le Norme della community. Nel corso degli anni è cresciuto il nostro impegno a proteggere la community di YouTube. YouTube è chiaramente una piattaforma e il nostro obiettivo come azienda è quello di distribuire i contenuti prodotti da altri, ma questo non significa che non abbiamo alcuna responsabilità. Questo è il mio obiettivo numero uno e continueremo a impegnarci per assicurarci di agire correttamente.

Il nostro impegno in termini di responsabilità si basa su quattro principi:
  • Rimuoviamo il più rapidamente possibile i contenuti che violano le norme della community. Solo nel terzo trimestre dell'anno scorso abbiamo rimosso oltre 8,7 milioni di video;
  • Mettiamo in evidenza le fonti autorevoli nei risultati di ricerca e nei video consigliati su notizie e altro tipo di informazioni sensibili;
  • Riduciamo il numero di contenuti consigliati in violazione delle nostre norme. Negli Stati Uniti abbiamo ridotto di oltre il 70% il tempo di visualizzazione di contenuti estremi in argomenti consigliati ma non di interesse. L'anno scorso abbiamo esteso questo impegno ad altri paesi, tra cui Brasile, Francia, Germania e Messico. Abbiamo iniziato il 2020 portandolo in Italia e Giappone e continueremo ad estenderlo nel corso dell'anno;
  • E premiamo i contenuti che soddisfano i criteri di monetizzazione ancora più elevati della piattaforma.
Siamo orgogliosi del lavoro svolto negli ultimi tre anni per aumentare il nostro livello di responsabilità. Negli ultimi due anni, abbiamo apportato più di 50 modifiche alle norme della community, spesso dopo esserci confrontati con professionisti esterni che ci aiutano a creare linee guida capaci di proteggere la community nel lungo periodo. Oggi i contenuti problematici sono solo una frazione pari all’1% dei contenuti visualizzati su YouTube. E vogliamo ridurre ulteriormente questo numero. Con l'avvicinarsi delle elezioni presidenziali americane continueremo a cercare di conciliare l'apertura della piattaforma con la sua responsabilità, assicurando che YouTube sia una fonte di informazione attendibile. Sarà nostra cura evidenziare fonti di informazione elettorale autorevoli e rimuovere fonti non affidabili e contenuti fuorvianti.

Nel corso dei prossimi mesi celebreremo i momenti che hanno portato al lancio di YouTube nel maggio del 2005. Ripensando al mio viaggio con video online negli ultimi 15 anni, mi sento incredibilmente privilegiata di aver fatto parte di questi momenti. Ciò che mi ispira come CEO di YouTube sono le storie che sento ogni giorno di come YouTube ha permesso a qualcuno di costruire un'attività, acquisire nuove competenze, ridere, piangere e entrare in contatto con altri. Anche se non so cosa porteranno i prossimi 15 anni, sono certo che YouTube continuerà a rafforzare la prossima generazione di narratori e ad arricchire le nostre vite.

Scritto da: Susan Wojcicki

loading...

Add new comment

Comments

Comments are closed.