Spider Truman appare in video, ma è un falso

Spider Truman appare in video, ma è un falso

La caccia alla vera identità di Spider Truman, il fustigatore dei politici, si colora di indizi, scoop, e persino un video su YouTube. Ma lui su Facebook smentisce tutti, mentre la Camera dei Deputati gli risponde con un comunicato.

Insomma, la vicenda di questo ex precario di Montecitorio è la telenovela web-politica dell’estate. Tutti lo leggono, tutti vogliono sapere chi è.

Sui giornali è stata riportata l’indiscrezione di Dagospia, secondo la quale Spider Truman sarebbe un certo Leonida Maria Tucci, 41 anni, licenziato dopo 15 anni da palazzo Madama. È lui il giustiziere anonimo che sta concentrando la rabbia degli italiani contro la casta?

I diretti interessati smentiscono, anche se ammettono che si tratta di una persona vicina, con una storia molto simile (l’anonimo avrebbe lavorato a palazzo Chigi, invece), ma in fondo secondo molti internauti sapere chi è a questo punto ha poca importanza.

Almeno fino a qualche ora fa, finché su YouTube non è apparso un video, spacciato come il “primo videomessaggio di Spider Truman”, nel quale promette di dire tutto sui politici italiani a richiesta. Una diffusione rapidissima, grande eco sui giornali, poi la smentita: è un fake.

Sulla sua pagina Facebook il vero Spider Truman ha scritto un messaggio:

“Io non ho fatto alcun videomessaggio, ma ho visto che su Corriere.it qualcuno ha girato un video spacciandosi per me [...] Bravi, chiunque voi siate!

Prima però ha criticato questa caccia all’identità e anche chi cerca di strumentalizzare la sua battaglia, con un post molto polemico.

Il post polemico di Spider Truman su Facebook

Insomma, la telenovela continua. Ma di certo non si può sottovalutare: ieri persino la Camera dei Deputati ha risposto con un comunicato a firma del capo ufficio stampa Giuseppe Leone, dove vengono elencate, punto per punto, tutte le spese di palazzo Chigi con le giustificazioni. A dire il vero, un po’ farraginose.


loading...

Add new comment

Comments

Comments are closed.